Questo sarà un Natale decisamente inusuale: per tutti noi, le nostre famiglie e l'intera comunità sociale.
Ma un Natale "particolare" non necessariamente sarà "peggiore": sarà diverso... e questo per molti aspetti lo renderà un Natale ancor più indimenticabile.
Il Natale ha sempre rappresentato il momento in cui le Comunità celebravano il superamento del "culmine del buio", nel cuore dell'inverno, in attesa fiduciosa del ritorno della luce primaverile.
Una Festa che ci anticipa che abbiamo ancora davanti molte settimane di freddo e fatica; ma che porta già con sè la speranza della successiva Primavera.
Quello di quest'anno sarà quindi un Natale nel senso psicologico più profondo: al termine del lungo e duro anno del COVID, e aprendosi alla prospettiva di una nuova, progressiva, normalità nel corso del 2021.
Adesso prendiamoci quindi cura di noi e dei nostri cari, mentre andiamo verso la futura "primavera": è questo il nostro sincero augurio per tutte le Psicologhe e Psicologi del Veneto.
 
Luca Pezzullo
Presidente Ordine delle Psicologhe e Psicologi del Veneto