Sono uscite da poco la nuova Ordinanza del MinSalute e l'atteso DPCM 22/3, con nuove misure di sicurezza a livello nazionale per il contenimento del contagio.

Formalmente, per gli psicologi professionisti non si applicano limitazioni specifiche *aggiuntive* rispetto allo stato attuale (le attività sanitarie - quelle con codice Ateco che inizia per 86, come quella di Psicologo - non sono sospese).
Anche i nuovi vincoli dell'Ordinanza del MinSalute (divieto di uscire dal territorio del proprio Comune) non si applicano in caso di motivi di salute.

Al contempo, pur essendo quindi in teoria possibile proseguire le attività professionali nei limiti e con le rigorose modalità di sicurezza già attualmente in vigore, lo sforzo e la direzione della Decretazione d'urgenza punta alla massima riduzione possibile dei movimenti e dei contatti interpersonali; pertanto, si raccomanda di valutare con criterio estremamente prudenziale la reale necessità/urgenza delle eventuali sedute in presenza, suggerendo di spostarle almeno temporaneamente in modalità online ogni volta che ciò sia possibile, e rinviando le sedute che non possono essere svolte online ma non presentano necessità clinica rilevante o urgente (tenendo comunque un contatto di monitoraggio, laddove indicato).