Cara collega, caro collega,

un paio di brevi aggiornamenti informativi sulla situazione vaccinale.

1) Situazione attuale:

Come ripetutamente comunicato nelle scorse settimane, le interlocuzioni dell'Ordine con le varie AULSS sono state intensive, hanno avuto riscontri positivi, e proseguono ancora per il monitoraggio della situazione.

Nonostante la gestione molto diversificata dei criteri e delle procedure a livello di ogni singola AULSS, in un quadro nazionale (come noto) di elevata complessità organizzativa, nel corso dell'ultimo mese oltre l'80% dei colleghi che aveva manifestato l'interesse è stato inserito in un percorso di effettuazione o programmazione delle profilassi vaccinali da parte dell'AULSS di riferimento, oltre alla avvenuta programmazione di tutto il personale dipendente/convenzionato del Servizio Sanitario.

 Per i liberi professionisti, mentre le AULSS 1, 3, 4, 5, 7 hanno già virtualmente completato le operazioni di programmazione ed effettuazione per chi aveva conferito i dati (sono in corso alcune ultime chiamate), vi sono alcune situazioni specifiche che stiamo monitorando:

AULSS 2: dopo alcuni "stop and go" iniziali legati all'andamento delle forniture, al momento le liste di chiamata sono in fase di scorrimento avanzato.

AULSS 6: l'elenco predisposto dall'Ordine è stato recepito da due settimane dal Dipartimento di Prevenzione, che per importanti carenze di forniture vaccinali (al momento sono stati bloccati anche gli ultraottantenni prenotati) ha avuto dei ritardi tecnici. Ai plurisettimanali solleciti dell'Ordine, il Dipartimento ha riscontrato che la programmazione delle chiamate è in corso, ed è previsto il suo svolgimento nel mese di aprile (alcuni colleghi hanno già iniziato ad essere chiamati in questi giorni).

AULSS 8: dopo i ritardi iniziali, il Dipartimento di Prevenzione ha avviato le prime chiamate; stiamo monitorando l'andamento e regolarità delle stesse.

AULSS 9: confermiamo che le chiamate proseguono regolarmente da circa una settimana, e gli elenchi sono in scorrimento progressivo.

Più in generale, l'organizzazione e programmazione delle profilassi vaccinali dipende esclusivamente dai Dipartimenti di Prevenzione delle singole AULSS, e il ruolo Ordinistico di raccolta diretta delle disponibilità si è concluso: per ogni ulteriore informazione o segnalazione di situazioni personali particolari, sarà necessario riferirsi direttamente al proprio Dipartimento di Prevenzione.


2) Decreto Draghi e obbligo vaccinale:

 Molti colleghi ci stanno contattando per chiedere informazioni sull'obbligo vaccinale previsto per i professionisti sanitari dall'art. 4 del DL 44 del 1 aprile 2021 (https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2021/04/01/21G00056/sg).

 Il testo riporta:

"1 (...) gli esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario che svolgono la loro attività nelle strutture sanitarie, sociosanitarie e socio-assistenziali, pubbliche e private, nelle farmacie, parafarmacie e negli studi professionali sono obbligati a sottoporsi a vaccinazione gratuita per la prevenzione dell'infezione da SARS-CoV-2. La vaccinazione costituisce requisito essenziale per l'esercizio della professione e per lo svolgimento delle prestazioni lavorative rese dai soggetti obbligati. La vaccinazione è somministrata nel rispetto delle indicazioni fornite dalle regioni, dalle province autonome e dalle altre autorità sanitarie competenti, in conformità alle previsioni contenute nel piano.  2. Solo in caso di accertato pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate, attestate dal medico di medicina generale, la vaccinazione di cui al comma 1 non è obbligatoria e può essere omessa o differita."

 Nelle more di ulteriori informazioni da parte del CNOP e della Regione, che saranno notificate via NL, sito e Social, l'Ordine provvederà agli adempimenti normativi di propria competenza verso la Regione, ovvero l'invio degli elenchi iscritti previsto dal Decreto.

 A livello orientativo, ecco le varie situazioni possibili, sulla base delle informazioni disponibili ad oggi:

1) Per chi ha già effettuato la vaccinazione o la sta svolgendo (intervallo tra prima e seconda dose), non è necessario fare niente di particolare.

2) Per chi aveva conferito i dati all'Ordine per la trasmissione all'AULSS (o li ha conferiti direttamente alla AULSS), ed è ancora in attesa di chiamata, non è necessario fare niente di particolare; in caso di eventuale contatto d'ufficio da parte delle AULSS, si dovrà semplicemente notificare di aver già conferito i dati alla AULSS stessa, e che si è ancora in attesa di chiamata.

3) Chi non è stato vaccinato, e non aveva mai conferito i dati per manifestare il proprio interesse, riceverà plausibilmente secondo le tempistiche e procedure definite dal Decreto l'invito del proprio Dipartimento di Prevenzione di residenza a partecipare alla profilassi. Sarà in quel caso necessario riscontrare la AULSS, la quale poi provvederà agli adempimenti conseguenti.

Devo evidenziarvi che le funzioni degli Ordini in questa procedura sono strettamente definite dal Decreto, senza margini di discrezionalità interpretativa.

Al momento, l'Ordine NON dispone di ulteriori informazioni di dettaglio; vi chiedo pertanto di non inviare richieste specifiche in merito agli Uffici in questi giorni, in quanto stiamo seguendo in modo continuativo la questione, e diffonderemo tutti gli aggiornamenti appena disponibili.

Un saluto cordiale; buone Festività Pasquali,

Luca Pezzullo
Presidente dell'Ordine delle Psicologhe e degli Psicologi del Veneto